Gay, “Come siamo, come eravamo”: dallo stigma alla gioia di essere se stessi

Publicado: mayo 17, 2016 en Uncategorized

In occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia RepubblicaTv entra nel Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli di Roma, per cercare di raccontare chi erano, chi sono e cosa dicono oggi gay e lesbiche italiani. Perché se Andrea Pini negli anni ’70 si sentiva “l’unico gay al mondo”, adesso Francesca, 21 anni, sorride trovandosi già fuori da quella stanza di paure legate al proprio orientamento sessuale. Un filo rosso lega generazioni di persone, esperienze, timori, speranze, in un percorso reso meno tortuoso da chi ha lottato, da chi si è esposto quando era davvero dura. La battaglia lunga decenni ha contribuito a rendere friabile il muro della discriminazione, oggi meno imponente di un tempo. E all’indomani della prima legge sulle unioni civili emerge una comunità sempre più giovane e consapevole, grazie anche al lavoro di associazioni come il Mieli. Così la paura del “coming out”, dell’uscire fuori, lascia spazio all’euforia di iniziare finalmente ad essere se stessi

http://video.repubblica.it/cronaca/gay-come-siamo-come-eravamo-dallo-stigma-alla-gioia-di-essere-se-stessi/239641/239559?ref=HRER3-1

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s